ITA    ENG

ENIC PER LA CULTURA

Viviamo e lavoriamo immersi nell'atmosfera che le opere d'arte lasciateci dai nostri antenati suscitano in milioni di visitatori.
Anche l'industria degli eventi si avvale di luoghi magici come palcoscenici indimenticabili.
ENIC ha cercato, negli anni, di dare il suo contributo a iniziative e restauri nei luoghi che hanno visto le nostre manifestazioni realizzarsi.



Studiolo di Casa Buonarroti
Restauro
Studiolo Casa Buonarroti Questo "studiolo" fu commissionato da Michelangelo Buonarroti il Giovane, pronipote del grande Michelangelo.
Egli volle ritagliarsi uno spazio, estremamente raffinato, dove ritirarsi per lo studio e la meditazione, utile d'inverno contro i rigori della stagione.
Questo piccolo studiolo definito "scrittoio" è abbellito con delicate pitture di paesaggi, voli di rondini e una tavola dipinta a trompe l'oeil.
L'incoronazione della Vergine
L'incoronazione della Vergine Trittico del XIV secolo di Bernardo Daddi.
Si trova nella Galleria dell'Accademia di Firenze.
Questo restauro, offerto in occasione della organizzazione di una serata/evento sponsorizzata da un'azienda, è stato seguito da un programma quinquennale di restauri a cura dell'azienda stessa.
Bassorilievo della Muletta
bassorilievo-della-muletta Il bassorilievo si trova sotto il Loggiato dell'Ammannati nel cortile di Palazzo Pitti.
Fu eseguito per ricordare la mula che aiutava gli operai dell'Ammannati a sollevare i pesanti materiali da costruzione durante la ristrutturazione del Palazzo.
L'opera fu eseguita da autore ignoto.
Suonatore di piva (nano)
suonatore-di-piva Attribuita a Pietro Tacca questa statua è collocata nei pressi dell'Isola del Giardino di Boboli sopra il muro di cinta della Limonaia.
Eseguita nel 1620 per adornare gli spazi del Giardino stesso faceva parte, come "Il suonatore seduto", di quei gruppi scultorei detti "grotteschi".
Era tipico del gusto della Corte Medicea esporre al pubblico ludibrio le deformità umane.
Suonatore seduto (nano)
suonatore-seduto Scultura attribuita a Giovanni Caccini che stava inizialmente in una sorta di gabbiotto vicino all'Isolotto del Giardino di Boboli e venne da là spostata durante le trasformazioni Lorenesi.
Anche questo come il "suonatore di piva" faceva parte di quei gruppi scultorei detti "grotteschi".
"Riposo durante la fuga in Egitto" - Bonifazio Veronese
riposo-durante-la-fuga-in-egitto Il dipinto, che si trova nella Galleria Palatina di Palazzo Pitti, apparteneva alle collezioni del Gran Principe Ferdinando De' Medici, amante della pittura veneta.
Il restauro ha posto in evidenza l'alta qualità dell'opera e ha confermato l'attribuzione a Bonifazio Veronese.
Museo degli Strumenti Musicali
Galleria dell'Accademia
museo-strumenti-musicali Donazione al fondo per i restauri degli strumenti del Museo degli Strumenti Musicali del Conservatorio di Musica L. Cherubini, che opera sotto la stessa Direzione della Galleria dell'Accademia di Firenze.
Gli strumenti esposti sono circa una cinquantina e provengono principalmente dalle collezioni Medicee e Lorenesi.
"Grazia" - Michelangelo del Naccherino
grazia Durante il regno di Cosimo II (1609-1621) il Giardino di Boboli venne ampliato nella zona sud e furono chiamati numerosi scultori che eseguirono statue allusive ai tempi e ai miti dell'antichità classica.
Fra questi anche Michelangelo del Naccherino, allievo del Giambologna, al quale è attribuita la statua della "Grazia".
"Vladimir Kara" - Venti anni di pittura
kara Antologica del pittore russo-francese Vladimir Kara.
Mostra organizzata a Palazzo Lenzi in collaborazione con l'institut FrancXXXXais de Florence, Consolato Onorario di Francia in Toscana con il patrocinio del Comune di Firenze e del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino.
"Il Gladiatore" - Boboli Gardens
il-gladiatore Copia romana raffigurante l'eroe greco Aristogitone, è giunta a Firenze da Villa Medici nel 1616.
La statua si trova oggi all'inizio del Viottolone dei Cipressi nel Giardino di Boboli.
"L'Adorazione dei Pastori" - Museo degli Argenti
adorazione-dei-pastori Dalla collezione del Cardinale Leopoldo dei Medici, è un bassorilievo composto da vari pezzi in avorio incassati ed incollati dall'artista nel legno di supporto per essere lavorati con gli strumenti da intaglio.
I vari spessori d'avorio rendono la composizione veramente straordinaria.
Il restauro si è reso necessario per la pulitura da polveri di tutta la superficie.
Centenario della Chiesa Russa Ortodossa di Firenze
chiesa-russa La Chiesa fu inaugurata e consacrata nel 1903 ed è patrimonio della città, testimonianza diretta del lungo rapporto tra Firenze e la Comunità russa.
M. Cristina Dalla Villa, fondatrice di Enic, si è diplomata interprete di russo presso la Scuola Interpreti di Firenze e ha voluto con questo intervento di sponsorizzazione sottolineare il legame suo e della sua azienda con la Russia e la sua cultura.
Acquerelli cinesi della Villa della Petraia
acquerelli-cinesi I tre grandi acquerelli fanno parte della collezione della Villa Medicea della Petraia, nei cui splendidi ambienti ENIC ha organizzato eventi di grande successo.
Gli acquerelli, su carta cinese a tre strati, risalgono alla metà del '700 e rappresentano scene di vita domestica all'aperto con uccelli e fiori.
Il restauro ha compreso la completa disinfestazione e il riutilizzo della vecchia cornice.
Le Pagliere
pagliere Le Pagliere sono un luogo originale e unico che fa parte del complesso architettonico delle ex Scuderie Reali e adiacente al Giardino di Boboli e a Palazzo Pitti.
L'edificazione ebbe inizio nel 1865, negli anni di Firenze Capitale.
Gli elementi maggiormente caratteristici dell'edificio sono il porticato sul fronte, il soffitto a capriate lignee del primo piano e i grandi finestroni tamponati con griglie frangisole in cotto che creano un'ambientazione veramente particolare.
Enic ha contribuito all'attività di restauro.
Casa Buonarroti - Disegni dal Louvre
disegni-dal-louvre Il Museo della Casa Buonarroti ha ospitato una esposizione di straordinario livello: essa è composta da oltre novanta pezzi della collezione grafica riguardante il Rinascimento italiano, donata da Edmond de Rothschild al Louvre negli anni trenta del Novecento.
"Una gloria europea" - Casa Buonarroti
Pietro da Cortona La mostra, ospitata nelle quattro sale espositive al piano terreno della casa Buonarroti, si compone di pezzi inediti o poco noti realizzati da Pietro da Cortona (1597-1669), raffinato pittore ed architetto del Barocco fiorentino. Curata da Pina Ragionieri, la mostra si avvale anche della partnership con la Basilica di S.Croce, che consente di visitare le due istituzioni con un unico biglietto.
Associazione Partners Palazzo Strozzi
Associazione Partners Palazzo Strozzi Palazzo Strozzi a Firenze è uno dei più bei palazzi rinascimentali italiani.
L'Associazione Partners Palazzo Strozzi supporta la Fondazione che ne prende il nome nella sua attività di promozione e organizzazione di grandi mostre. Ricerca e coinvolge, in Italia e all'estero, quelle aziende che sotto l'egida del mecenatismo più puro vogliano promuovere l'arte e la cultura per il bene di Firenze e di coloro che la amano.
Palazzo Pitti
Portone Palazzo Pitti Si tratta di un portale d'epoca lorenese, databile all'inizio del XIX secolo, a due ante con arco centinato, realizzato in noce, per la parte esterna, e in abete, per la parte interna.
Matilda di Canossa
Matilda di Canossa In occasione del nono centenario della morte di Matilda di Canossa, una mostra alla Fondazione Casa Buonarroti, nel centro storico di Firenze, ne ripercorre la parabola umana. Attraverso 40 capolavori dell'arte medioevale e documenti originali, provenienti da musei e istituzioni italiani e stranieri.

 







foto enic

Febbraio 2018
TRE DOMANDE A...
Il Prof. Gianluca Giorgi del Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmaceutica dell'Università di Siena, è il Presidente della 22° International Mass Spectrometry Conference (www.imsc2018.it), che si terrà... (Leggi tutto)

Back to top